Fare leva sulla forza di volontà

Capitano quelle giornate in cui semplicemente non faresti niente.

Te ne staresti lì immobile, il corpo fermo, la mente ferma, impassibile allo scorrere inesorabile del tempo ... 

 

Se abbiamo a disposizione tempo libero, è sano ed è quindi anche giusto godersi la mente sgombra da ogni sorta di pensiero, far rilassare le meningi e lasciare che i sensi si potenzino.

Allora sentiamo più intensi tutti gli odori , percepiamo la musicalità del cinguettìo degli uccelli, del fruscìo delle onde marine, l'insinuarsi canterino del vento tra le fronde degli alberi...

Oppure, possiamo perderci nel silenzio totale e sprofondare in esso: è bellissimo...

 

MA

 

Non sempre si può, perchè il nostro calendario prevede una successione di impegni,  appuntamenti ed incombenze devono essere  eseguiti.  Bisogna ASSOLUTAMENTE ingranare la marcia e avviare la nostra giornata.

 

Come si parte? Si parte smuovendosi per dare compimento al primo impegno della lista delle cose da fare che abbiamo messo a calendario.

Forza e coraggio DAI!!!

E' il primo impegno il più faticoso da portare a termine, vedrete: portato a compimento quello, saremo incoraggiati a proseguire con la scaletta degli impegni. L'importante è non fermarsi, e ci ritroveremo a portare a termine la lista,  felici di aver fatto il nostro dovere.

Rita Levi Montalcini: impegnarsi con abnegazione ed ottimismo

"Considerando in retrospettiva il mio lungo percorso, quello di coetanei e colleghi e delle giovani reclute che si sono affiancate a noi, credo di poter affermare che [...] nè il grado di intelligenza nè la capacita di eseguire e portare a termine con esattezza il compito intrapreso siano i fattori essenziali per la riuscita e la soddisfazione personale. Nell'una e nell'altra contano maggiormente la totale dedizione e il chiudere gli occhi davanti alle difficoltà: in tal modo possiamo affrontare problemi che altri, più critici e più acuti, non affronterebbero." (Rita Levi Montalcini- Elogio dell'imperfezione)

"La mia intelligenza? Più che mediocre. I miei unici meriti sono stati impegno e ottimismo. [...] L'assenza di complessi psicologici, la tenacia nel seguire la strada che ritenevo giusta, l'abitudine a sottovalutare gli ostacoli – un tratto che ho ereditato da mio padre – mi hanno aiutato enormemente ad affrontare le difficoltà della vita. Ai miei genitori devo anche la tendenza a guardare gli altri con simpatia e senza diffidenza. "( Elisabetta Intini- Addio alla signora della Scienza-Rita Levi Montalcini)

Einstein: la vittoria è dalla parte degli ottimisti

😀"Tutti sanno che una cosa è impossibile, finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza" (A. Einstein)